Un libro su Domenico Martinelli a Lucca

Castello di AusterlitzL’architetto lucchese Domenico Martinelli nella Mitteleuropa è ben conosciuto (in particolare a Vienna dove rimangono tracce ben visibili e importanti del suo estro artistico), tanto da rappresentare per quei luoghi l’eccellenza dell’arte barocca; il suo nome viene annoverato tra i progettisti delle opere d’arte nazionali che conferiscono onore e prestigio.

Sorprende verificare quanto apprezzamento e quanta fama don Domenico Martinelli abbia raggiunto e conservato nei paesi d’Oltralpe, mentre in Lucca, che è la sua patria e che tanto amava, la maggior parte dei concittadini e anche degli appassionati di storia nemmeno sanno chi fosse.

Per colmare questa lacuna conoscitiva e per offrire alla città di Lucca la possibilità di rendere finalmente omaggio alla genialità di un suo grande figlio, la Fondazione Banca del Monte di Lucca, in occasione del trecentesimo anniversario della sua scomparsa, ha voluto dedicargli un convegno e pubblicare su di lui un libro, che esce in occasione del convegno internazionale.

L’autrice del libro, edito da MariaPaciniFazzi, è la storica dell’arte Francesca Pisani, che ha svolto un accurato lavoro di ricerca storica e archivistica sul Martinelli, quale cittadino lucchese, quale prete, quale estroso architetto. Tale lavoro ha portato alla luce notizie inedite e soprattutto una migliore comprensione della storia del nostro personaggio.

(dalla presentazione di Oriano Landucci, Presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca)